Il Crowdfunding per il giornalismo libero e indipendente

the News (Newspaper concept )

LatinaTu è un progetto che interessa quanti siano alla ricerca di una forma di giornalismo libero e indipendente. La necessità prende vita dal desiderio di creare un servizio giornalistico in grado di raccontare senza alcun condizionamento le vicende quotidiane che interessano il territorio della provincia di Latina e del Lazio Meridionale. Con uno stile informativo che mira alla comunicazione limpida e all’approfondimento, i giornalisti di LatinaTu si calano con passione e costanza nei panni dei propri lettori; lo scopo è quello di creare le condizioni ideali per la comprensione delle vicende che interessano i cittadini, senza alcuna forma di pregiudizio o relativismo. Una voce fuori dal coro deve essere sostenuta dall’interno: la controtendenza di cui LatinaTu si fa attiva portavoce ha infatti bisogno di un supporto finanziario che parta direttamente dai quei lettori che sentano la necessità di un giornalismo libero e indipendente. Esso è l’unico strumento che consente di avere una visione a 360 gradi della realtà dei fatti, evitando un approccio sbrigativo o parziale. LatinaTu mira, infatti, a scrivere articoli di approfondimento e a scattare direttamente delle fotografie alla società di cui tutti noi siamo protagonisti. Uno stile informativo che scenda nel profondo è in netta controtendenza rispetto al modello dominante dell’instant information. LatinaTu è dunque una voce fuori dal coro di cui si ha urgentemente bisogno. Proprio per questo motivo, i giornalisti e la redazione hanno ben pensato di servirsi di una campagna di crowdfunding allo scopo di ottenere privatamente i fondi necessari alla creazione e al mantenimento di un giornalismo online che sia alla portata di tutti, a portata di click.

2

Lo scopo della raccolta fondi riguarda il potenziamento e l’ampliamento dell’apparato di collaboratori e giornalisti che costituiscono la redazione di LatinaTu. Una maggiore capillarità sul territorio consente di trattare e approfondire una più vasta varietà di questioni che riguardano la cronaca, la politica e la cultura del territorio laziale. In questo modo LatinaTu vuole raggiungere un importante traguardo: la creazione di una lente d’ingrandimento sulla società messa a disposizione dei cittadini stessi. Ma è bene considerare che LatinaTu non si occupa solo del microcosmo locale in cui opera; le questioni e le problematiche trattate dal giornale consentono al lettore di collocarsi in una dimensione di protagonista rispetto a dibattiti nazionali e internazionali. L’obiettivo della redazione è infatti quello di creare le condizioni ideali affinché ognuno possa sviluppare la propria opinione senza alcuna forma di condizionamento; per fare questo è necessario che il sostegno economico derivi direttamente dall’interesse dei suoi lettori, affezionati o saltuari che siano.

L’ambizioso e coraggioso progetto della redazione non è passato inosservato: nell’arco di dieci mesi LatinaTu ha ottenuto importa3nti citazioni, come quella del Presidente della commissione parlamentare antimafia Nicola Morra. Purtroppo la battaglia per la libertà di stampa non è così semplice all’atto pratico; moltissime sono state le critiche arrivate da parte di voci politiche e non. Nonostante questo, il blog è in continua espansione e viene supportato da un numero di visitatori sempre crescente, arrivando agli attuali 180mila lettori mensili. Questo indice è rilevante al fine di sottolineare come i cittadini siano alla ricerca di un luogo d’incontro in cui potersi informare, sviluppare un’opinione e crescere. Il tutto in maniera radicalmente diversa rispetto alle abitudini giornalistiche che circolano oggi giorno in rete, in cui la notizia-lampo o il titolo acchiappa-click sono diventati ormai la normalità. Pensato da cittadini per i cittadini, LatinaTu non ha alcun target di riferimento, anzi; l’obiettivo è portare alla discussione al confronto generazioni diverse, cresciute in contesti differenti. Dopotutto, soltanto uno sguardo al passato proiettato nel presente consente di approfondire la storia del nostro territorio e le vicende che appartengono alla sua quotidianità. Non è tutto: i collaboratori di LatinaTu hanno anche un importante obiettivo da raggiungere per credere nel proprio progetto con maggiore forza e determinazione; lo scopo della redazione è la pubblicazione di un giornale che possa ampliare e sostenere l’informazione mediata dal mondo digitale del web. Un passo tanto importante deve essere sostenuto da un impegno economico volto al sostegno di LatinaTu e di ciò che rappresenta: un servizio di qualità semplice e funzionale, accessibile a tutti e ricco di approfondimento. Proprio per questa ragione il crowdfunding rappresenta un importante punto di partenza per la crescita e per il suo miglioramento. Una campagna di raccolta fondi – promossa e gestita unicamente dai fondatori di LatinaTu, senza coinvolgimenti diretti o indiretti di istituzioni, enti, imprese e/o altre associazioni – che porterà alla creazione d’interviste e video-contenuti, nonché ad un’implementazione della comunicazione tramite social; il tutto con lo scopo di semplificare la fruizione degli articoli per renderli accessibili al maggior numero di utenti possibili. L’obiettivo di LatinaTu è dunque il raggiungimento di una somma di 35.000 euro da investire direttamente.

Per sostenere anche voi la causa di cui abbiamo voluto raccontarvi oggi basta scegliere il metodo di partecipazione più adatto alle vostre esigenze: dal social lending al reward crowdfunding, ognuno può decidere come partecipare per fare la differenza.
LatinaTu è dunque la voce di cui i lettori hanno bisogno per diventare maggiormente consapevoli della società in cui vivono, senza alcuna forma di condizionamento. Non possiamo che invitarvi a informarvi su un progetto tanto originale e controcorrente, nonché a supportare con una condivisione o una donazione la loro raccolta fondi: https://www.sociallendingitalia.net/progetti/latina-tu/

Banner per la campagna di Crowdfunding di Latina Tu

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz