(H)ELP me! Aiutaci ad includerli: con la cultura si può!

book-3480216_640

Cos’è la lingua? Che valore hanno i suoni che facciamo uscire dalla nostra bocca? Ve lo siete mai chiesto? Da manuale la lingua è “un sistema di comunicazione parlato o segnato di una comunità”, i suoni che emettiamo servono dunque a comunicare bisogni, idee e sentimenti alle persone che ci circondano. Tanto più le sequenze di suoni che produciamo rispondono a regole stabilite dalla comunità in cui viviamo e i rapporti che stabiliamo con le persone con cui parliamo saranno di parità. Ma, se improvvisamente nessuno riuscisse a capire ciò che diciamo?

Una buona conoscenza e cultura della lingua è essenziale per vivere bene con il mondo che ci circonda e stabilire un equilibrio tra noi e gli altri, per questo – secondo noi di Sociallending – l’Associazione Etica ed Economia ha ideato ELP, un interessante progetto di inclusione sociale basato sulla conoscenza linguistica. L’acronimo ELP sta per E-Learning Platform (è vero anche che aggiungendo H iniziale può significare aiuto), in sostanza si tratta di una piattaforma digitale usufruibile in qualsiasi spazio o lasso di tempo, dedicata all’apprendimento dell’italiano e destinata ai giovani e giovanissimi, stranieri e immigrati residenti nel nostro Paese. Dalla lettura dei recenti dati Istat, aggiornati al 31 gennaio 2018, possiamo renderci conto che l’80% dei minori stranieri e immigrati residenti in Italia, ha un’età compresa tra i 16 e i 17 anni, un’età troppo critica, quella dell’adolescenza, per rimanere isolati da tutto e da tutti, soprattutto se si è in una terra straniera. Alfabetizzare in questo caso, come in molti altri, vuol dire includere. I sondaggi Unicef ci dicono che per questi ragazzi uno dei più grandi scogli da affrontare una volta approdati nel Paese di accoglienza è costituito dall’inadeguatezza dei corsi off-line: le classi sono estremamente eterogenee per lingua e cultura ed i tempi di erogazione dell’insegnamento risultano dunque troppo lenti, precludendo un immediato accesso al mondo dell’istruzione scolastica.

nuovo logo_jpeg

ELP è stata concepita come una piattaforma estremamente smart, può essere utilizzata in totale autonomia, sotto un tutoraggio “leggero” oppure da più persone contemporaneamente. L’idea è quella di costruire uno strumento facile da usare che unisca l’utile al dilettevole, perché una lingua si apprende principalmente parlandola! Nei piani dell’associazione Etica e Economia vi è il servizio di introduzione e assistenza alla piattaforma che verrebbe erogato all’interno di luoghi pubblici come le biblioteche civiche, i punti Informa-Giovani e gli Hub, luoghi che con il passare degli anni sono diventati punti nevralgici di socializzazione e formazione. Collocare questo servizio in un’area pubblica permette a tutti di usufruirne, quindi anche a coloro che per ragioni economiche non dispongono di un proprio computer a casa. ELP è ancora un progetto pilota, un’iniziativa di sperimentazione e innovazione sociale e digitale, per questo Etica e Economia si è affidata ad una piattaforma crowdfunding – Produzioni dal Basso – con il supporto progettuale dell’associazione Sociallending, per raccogliere la somma necessaria per avviarlo.

Per conoscere in dettaglio la campagna e sostenerla basta cliccare su questo link: https://www.produzionidalbasso.com/project/elp-elearning-platform-nuovi-percorsi-di-formazione-per-l-inclusione-sociale/

Perché la piattaforma possa vedere la luce ed avere un futuro sono necessari 10.000,00 euro che verranno così impiegati: 7.000,00 € per la realizzazione ed il monitoraggio della piattaforma, 2.000,00 € per Tutor e contenuti, 500,00 € per coprire le spese della comunicazione interna dell’associazione e ulteriori 500,00 € per la gestione del progetto. Una volta terminata la raccolta fondi i tempi di realizzazione stimati dall’associazione dovrebbero essere di 6 mesi, 3 per sviluppare tecnicamente la piattaforma e 3 per metterla in pratica. In un primo momento E-Learning sarebbe disponibile solo nella capitale, una volta portato a termine il rodaggio della piattaforma ed averne valutato e misurato gli effetti, sarà possibile esportare il servizio in tutte le regioni. Fino ad ora sono stati raccolti 4.000,00 euro: aiutaci a raggiungere l’obiettivo, superiamo le barriere ed includiamo, con la cultura ora si può !!!

 

eticaeconomia_menabò_jpeg

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz