SMStrategies: acquisire esperienza nel digital marketing e metterla in pratica

Formazione SMS17

Social Media Strategies, 2 giornate, 10 sale, 60 relatori, un unico scopo: formare professionisti del digital web marketing. L’offerta formativa di quest’anno è estremamente ampia e variegata ed i percorsi personalizzabili, così da corrispondere perfettamente alle singole esigenze di ogni partecipante. L’evento verrà ufficialmente aperto nella sala plenaria da Giorgio Taverniti e Cosmano Lombardi dopo l’accreditamento (effettuabile dalle ore 08:30 alle 10:00). In due brevi interventi Paolo Iabichino e Marco Quadrella metteranno a fuoco i temi portanti di queste due giornate, ovvero il filo rosso che collega tra loro le dieci sale espositive: la necessità di produrre pubblicità destinate a diventare “oggetti sociali” all’interno di progetti di comunicazione più ampi e lo sviluppo degli Attribution Modeling in relazione al traffico generato dai social, il cui pregio e difetto è quello di essere mezzi di comunicazione estremamente flessibili. Al termine degli interventi i partecipanti verranno invitati a lasciare la sala plenaria e a recarsi nelle sale espositive di loro preferenza al fine di iniziare autonomamente il proprio percorso di formazione o aggiornamento.

Per il secondo anno consecutivo una delle sale del Palancongressi verrà adibita a spazio di Recuirtment per le professioni digitali. Dall’indagine condotta dalla Commissione Europea è emerso che nel 2020 saranno 900mila i posti non occupati e ciò a causa della mancanza di skills adeguate in ambito ICT. Il Web Marketing Festival, partner ufficiale della coalizione Digital Skills and Job dell’UE, in occasione del Social Media Strategies, offre molto di più che una sola formazione fine a stessa o utile solo a coloro che hanno un brand avviato. Per poter partecipare ai colloqui conoscitivi e ai matching professionali è stato necessario iscriversi al Job Placement.

 

Formazione SMS17(1)

 

Nella prima giornata saranno operative le sale Facebook ads, Content & Strategy, Instagram, Comunicazione & Brand. L’utilizzo dei social cresce proporzionalmente al numero di persone connesse: dal Global Digital 2018, indagine condotta da We Are Social e Hootsuit su un campione di 239 Paesi, è emerso che gli utenti connessi ad internet nel mondo superano i 4 miliardi, 9 su 10 accedono alla rete tramite dispositivi mobili e 43 milioni sono italiani. All’interno di questo panorama Facebook ed Instagram si configurano come i canali social più utilizzati. Lo scopo delle sale ad essi dedicate è pertanto quello di conoscerne tutte le potenzialità ed i possibili sviluppi in campo commerciale, dal lancio di una piccola attività fino alla fidelizzazione di un brand consolidato. Gli interventi di Carlotta Carucci, Chiara Landi, Luca Grimaldi, Enrico Marchetto e Riccardo Pellegrini nella sala Facebook verteranno sulle strategie di retargeting e di sponsorizzazione multi formato applicate a progetti di lunga durata; mentre quelli di Eleonora Minozzi, Samuela Conti, Alessandro Frangioni, Diego Mandolfo e Angela Tursi nella sala Instagram saranno incentrati sui meccanismi dello storytelling, attraverso il quale è possibile non solo l’implemento e l’ottimizzazione delle conversioni, ma anche un’agevole fidelizzazione della comunity nei confronti di un brand. Nella sala Content & Strategy Ester Franzin, William Sborzaglia, Ester Liquori ed Andrea Cecchetti discuteranno delle differenze di content marketing tra Facebook ed Instagram, illustreranno i vantaggi della costruzione di una Buyer Personas all’interno di campagne mirate, prenderanno in esame l’uso di AI e dal Social Selling per mettere a punto strategie sociali più efficaci. Di assoluto rilievo l’intervento di Donatella Ardemagni incentrato sulla necessità di un piano di content marketing unico a seguito del GDPR, il Regolamento Europeo per la tutela dei Dati Personali entrato in vigore il 25 maggio 2018. Nella sala Comunicazione & Brand Stefano Salvadori, Emanuela Ciuffoli, Federico Catania, Valentina Lanza, Fabio Padoan e Andrea Boscaro si concentreranno sull’uso dei social network per delineare il profilo del Buyer Personas, il rapporto simbiotico tra brand e network, il proficuo e allo stesso tempo rischioso uso del case study B2B, l’uso dei social come risorsa nelle emergenze umanitarie, i vantaggi bilaterali del legare un brand ad una campagna social no profit ed il funzionamento dell’influenzer marketing. Alle 17:00 i partecipanti si riuniranno nella sala plenaria dove Andrea Saletti e Mauro Lupi chiuderanno questa prima giornata con due interventi dedicati al neuromarketing e alle soft skill, perché codificare e muovere emozioni nel proprio pubblico è ciò che contraddistingue veramente un brand.

Nella seconda giornata sarà possibile accedere alle sale Facebook, Content & Strategy, Video & Visual e Social Advertising subito dopo l’accreditamento. In virtù dei 2.1 miliardi di utenti, Facebook continua ad occupare uno spazio di primordine all’interno del Social Media Strategies 2018. In questa seconda giornata i relatori Angelo Marolla, Vincenzo Spanò, Sandro Giorgietti, Michael Vittori e Silvia Signoretti si interrogheranno sulle insidie che nasconde questo social e il modo migliore per arginarle, tracceranno la profilassi da seguire per creare leve persuasive funzionali ed illustreranno come individuare keyword che ottimizzino il traffico. Il tutto per creare una serie di regole automatizzate che semplifichino la gestione di campagne di marketing incentrate su prodotti complessi e apparentemente poco compatibili con questo canale di comunicazione. Nella sala Content & Strategy Marco Volpe, Alessandro Noto, Alessandro Mazzù, Enrico Gualandi e Veronica Balbi focalizzeranno i propri interventi sulle modalità di acquisizione di clienti all’estero per incrementare il mercato turistico locale, settore la cui crescita è senz’altro legata all’implemento delle stories di Instagram. Tra gli altri argomenti che verranno affrontati in questa sala un occhio di riguardo verrà riservato alle strategie di promozione di Personal Branding in grado di valorizzare sia il brand che la community stessa. Oltre alle stories, nate su Instagram ed esportate in ogni social, un altro strumento di impatto non trascurabile è costituito dalle directory, nella sala Visual & Video Enrico Maioli, Antonio Meraglia, Niccolò Di Vito, Matteo Loletti e Giorgio Taverniti spiegheranno come costruire video di successo dai contenuti accattivanti e quali errori evitare per non perdere credibilità. Infine, nella sala Social Advertising Davide Bertozzi, Paolo Lambertini, Massimo Vichi, Valerio Italia e Mattia Bassan si occuperanno delle regole non scritte per creare pubblicità interattive in grado di aumentare esponenzialmente le vendite del proprio e-commerce. Dopo aver seguito i vari interventi, aver esaminato i case study proposti dai relatori e partecipato agli speech, l’evento verrà chiuso ufficialmente da un Social Media Game per permettere a ciascun partecipante di verificare autonomamente le competenze acquisite nelle due giornate di “studio”, perché non tutto può essere acquisito dai libri.

banner-statico300x250-1

Per maggiori informazioni visita il sito: https://www.social-media-strategies.it/

 

logo-defh

 

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz