Elp – Elearning Platform

Piattaforma per lo studio della lingua italiana

Associazione Etica e Economia Imprenditorialità sociale dicembre 6, 2018 at 4:01 pm
€6,000.00
Risorse necessarie € 6.000
1
Sostenitori
0
Giorni mancanti
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter
  • Descrizione
  • Documenti
  • Commenti
  • Sostenitori

Descrizione del progetto

Il progetto ha raccolto all’ incirca 6.000,00 euro grazie alla bontà di quasi 60 sostenitori, attraverso una campagna di crowdfunding iniziata sulla piattaforma Produzioni dal Basso e in collaborazione con Sociallendingitalia.net, soprattutto nella progettazione, si è conclusa parzialmente, proprio sulla nostra piattaforma. Il nostro team ha deciso di buon cuore, vista la bontà e nobiltà del progetto, di non chiedere le 750,00 euro di adesione full alla nostra associazione, ma di impiegarle – attraverso il lavoro volontario – all’interno della campagna. Con quanto raccolto, seppure non corrispondente all’obiettivo iniziale, si realizzerà comunque la piattaforma elearning ELP, pertanto il “goal” è stato raggiunto !!!

Sebbene Sociallending sia una piattaforma crowdfunding basata sul modello lending e avendo contribuito alla progettazione e realizzazione di ELP, forte della sua caratteristica di marketplace per progetti a vocazione sociale che favorisce l’incontro con la folla del web, abbiamo deciso di dedicare una pagina speciale alla campagna dell’Associazione Etica e Economia. Pertanto il progetto potrà continuare ad essere sostenuto cliccando su questa pagina alla voce SOSTIENI progetto e attendendo le istruzioni mail del nostro Team e/o direttamente tramite il contatto con i referenti dell’associazione Etica e Economia. Siamo infatti in contatto con alcune Fondazioni e Enti non profit che si sono resi disponibili a dare nuovi contributi economici per andare avanti.

Ad oggi è stata realizzata la versione beta della piattaforma, è stata avviata la collaborazione con la Biblioteca Marconi di Roma, il team di Elp è pronto a partire da ottobre con il primo progetto pilota e con la prima versione della piattaforma di elarning: TUTTO QUESTO GRAZIE AL VOSTRO PREZIOSISSIMO CONTRIBUTO.

book-3480216_640

Il dono è ciò che si dà o si riceve senza niente in cambio, viene da dare. (di Carmina Trillino – scrittrice)

Il mondo gira su ruote all’apparenza indipendenti, ma se una si rompe le altre fanno fatica.  Essere consapevoli dell’interdipendenza di queste ruote può tradursi in un superamento della lotta per l’autoaffermazione, stando invece dalla parte di tutti, del bisogno e dell’affermazione di ognuno: il dono è questo. Il dono è reciprocitá, uno scambio respirante che si apre fuori da noi. Per donare serve coraggio, ma specie per donare ciò che non si può comprare col denaro, ciò che richiede tempo, energie, sentimento, ciò che davvero ci rende ricchi. Non sempre il dono viene compreso nella sua essenza; quando ciò avviene,  il dono diventa navicella di reciprocità, di alleanza, di amicizia, di tributo amorevole, è lì che la porta dell’altro si schiude  e ci fa intendere che cosa l’altro sia, che cosa noi siamo insieme. Ma se non conosco l’altro, se non ho nemmeno la possibilità di narrare  allora non conosco. E non conoscere è errare, l’esatto contrario. Coloro che arrivano da terre lontane, fuggendo da una terra che non  è più madre ma matrigna, affrontano dopo un viaggio al limite dell’immaginabile dell’essere vivente, il problema della lingua. L’incomunicabilità genera scontro e affronto, si resta isolati  e il silenzio diventa  risposta ma non conoscenza.
“Parola chiave e’ la conoscenza, elemento determinante per lo sviluppo umano. L’Istruzione e la Formazione continua possono assumere un’ importanza fondamentale soltanto in una societa’ che volge il suo sguardo alla liberta’ di crescita e di sviluppo degli individui. Il riconoscimento della centralita’ della persona risiede nella formazione culturale individuale. La conoscenza, intesa come cultura, e’ elemento base per una trasformazione sociale…” (Rita Levi Montalcini) 

Ecco perchè oggi è importante la vostra scelta di dono alla campagna ELP, perchè siano centrali due parole: incontro e confronto. Due forze, una contro l’altra, ma  rivolte una verso l’altra, convergono in un luogo e si soffermano: si guardano ed è incontro. Due forze, una contro l’altra che si mettono alla pari, aggiustano le loro posizioni e camminano uno a fianco l’altra: confronto.
Incontro e confronto portano a conoscenza, perchè narrano. Il donare è narrare, è conoscere, è libertà. 

school-3720906_640

CHI SIAMO – Etica ed Economia è un’associazione culturale di volontariato laico costituita nel 1990 e registrata presso la Regione Lazio. L’Associazione ha lo scopo di promuovere studi socio-economici, svolgere attività di formazione attraverso corsi istituzionali e seminariali, organizzare seminari e convegni (anche in accordo con altre Associazioni italiane e straniere) sugli approdi e sui limiti delle concezioni dominanti dell’economia e dei modelli di Stato sociale (in particolare europei) a fronte dei grandi mutamenti intervenuti nel quadro italiano, europeo ed internazionale. Lo stimolo che ha mosso nel 1990 l’iniziativa, è la convinzione che tutte le economie e le società industriali sono di fronte a grandi questioni dai caratteri in larga misura inediti, le quali hanno finito per aggravare il divario tra la crescita e lo sviluppo, inteso come espansione delle libertà reali della persona umana. I temi approfonditi nel corso degli anni e diventati temi permanenti di ricerca sono:

  • Forme della democrazia;
  • Disuguaglianza nelle sue varie dimensioni;
  • Diritti sociali e economia;
  • Legalità e corruzione;
  • Istituzioni economiche e governo dell’economia;
  • Norme sociali e comportamenti cooperativi.

eticaeconomia_menabò_jpeg

Ma perchè una campagna di crowdfunding?

OBIETTIVO – Convinti della bontà ed efficacia di questo progetto, vogliamo realizzare una campagna di crowdfunding allo scopo di finanziare le attività di startup e lo sviluppo di una piattaforma di E-Learning per l’erogazione di corsi in lingua italiana per giovanissimi e giovani stranieri residenti in Italia e che hanno una scarsa conoscenza della nostra lingua; un’iniziativa di sperimentazione e innovazione digitale (ma anche sociale) per consentire la fruizione di corsi in modalità e-learning presso le biblioteche civiche della Città, utilizzando ambienti di tipo open source, che possano rappresentare anche una occasione di socialità e coesione sociale a livello micro-territoriale. Obiettivo dell’iniziativa è di allargare la gamma dei servizi offerti dalle biblioteche per ragazzi e giovani stranieri, includendo anche servizi di e-learning, per consentire anche a chi non dispone di mezzi idonei e/o un computer e/o connessione a casa, di poter sperimentare questa nuova modalità di formazione, pratica, smart, efficiente ed efficace. Trattandosi di una prima sperimentazione sul territorio della Regione Lazio si è scelto di offrire ai discenti un servizio di assistenza, durante le ore di fruizione del corso, nonché una sorta di tutoraggio “leggero”, lasciando maggior spazio all’auto-apprendimento e alla collaborazione tra pari. Importante sarà il ruolo del Tutor per osservare le modalità con cui gli studenti interagiscono con la piattaforma, per individuare le principali difficoltà o punti di forza dell’ambiente. Negli ultimi anni è sensibilmente cresciuta l’attività delle biblioteche: ogni anno si registra un incremento significativo sia nell’ordine degli utenti, fruizioni e prestiti bibliotecari. Gli ambienti in open space , oltre ad essere luoghi di lavoro, costituiscono anche importanti spazi d’incontro, educazione culturale e formazione. Ogni anno si registrano migliaia di iscrizioni ai corsi di formazione, che vanno dall’alfabetizzazione informatica di base, all’uso delle reti, alla guida all’acquisto di un PC, ai blog, alla creatività digitale. I centri territoriali permanenti sono impegnati nella formazione di base per i più grandi, nell’ottica della formazione continua, del conseguimento dell’obbligo scolastico per adulti, ma soprattutto negli ultimi periodi nell’alfabetizzazione di base per stranieri.

CHI C’E’ DIETRO L’IDEA? – La piattaforma di E-Learning per l’erogazione di corsi in lingua italiana per giovanissimi e giovani stranieri residenti in Italia e che hanno una scarsa conoscenza della nostra lingua è un progetto promosso da “Etica ed Economia”, associazione culturale di volontariato fondata da Luciano Barca nel 1990. Presidente è il Prof. Maurizio Franzini e l’associazione annovera tra i suoi soci e nel comitato direttivo, personalità illustri ed importanti in ambito accademico, economico, sociale e culturale.

SVILUPPO DEL PROGETTO – Prima fase, raccolta fondi per la realizzazione della piattaforma e-learning; seconda fase, sviluppo della stessa e start-up del progetto in collaborazione con biblioteche, centri e luoghi di incontro quali i punti InformaGiovani e/o enti e associazioni similari, compresi gli Hub di innovazione sociale per l’integrazione dei ragazzi e giovani stranieri nella fattispecie. Terza fase, partenza dei primi progetti pilota (da uno a tre); valutazione e misurazione dell’impatto; replicabilità in altre biblioteche, centri di formazione e nel lungo periodo in istituti di formazione primaria e secondaria. Tempi previsti minimo 6 mesi (3 di sviluppo piattaforma – 3 di start-up) . L’obiettivo economico massimo necessario è pari a € 10.000,00, anche se non lo raggiungeremo siamo comunque in grado di avviare tutto  in attesa di arrivare alla somma prevista. 

USO DEI FONDI – Impiegheremo i fondi come segue: piattaforma 7.000,00 €; Tutor e contenuti 2.000,00 €. Comunicazione interna associazione 500,00 € costi di gestione progetto 500,00 €

COME SOSTENERE IL PROGETTO – tramite la nostra piattaforma, cliccando su sostieni progetto e attendendo le istruzioni via mail da parte del team.

RISULTATI ATTESI – Da una parte aumento dell’alfabetizzazione di ragazzi, giovanissimi e giovani stranieri, in modalità smart, in ambienti open space che favoriscono anche l’integrazione. L’apprendimento della lingua italiana, la formazione e la cultura come strumento di inclusione sociale e di innovazione digitale per ridurre le diseguaglianze. Dall’altra, allargare la gamma dei servizi offerti dalle biblioteche, includendo anche servizi di e-learning, per consentire anche a chi non dispone di mezzi idonei e/o un computer e/o connessione a casa, di poter sperimentare questa nuova modalità di formazione, pratica, smart, efficiente ed efficace e per potenziare il ruolo delle biblioteche come attori territoriali d’inclusione locale.

VISITA: https://www.eticaeconomia.it/

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz