MELTING MAGAZINE

Il mensile dei nuovi Italiani

Associazione Melting Imprenditorialità sociale febbraio 5, 2019 at 4:44 pm
€0
Risorse necessarie € 30.000
2
Sostenitori
103
Giorni mancanti
Sostieni Adesso
ex disposizioni per la raccolta del risparmio dei soggetti diversi dalle banche
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter
  • Descrizione
  • Documenti
  • Commenti
  • Sostenitori

Descrizione del progetto

L’IDEA DI MELTING è nata dalla costatata necessità di instaurare un dialogo tra gli italiani, alle prese con il fenomeno, per loro relativamente nuovo, della massiccia immigrazione e i numerosi stranieri presenti nella Penisola provenienti da Paesi e culture anche molto distanti dall’Europa, i quali, per potersi integrare, hanno necessità di conoscere gli usi e i costumi del Paese ospite e quelle informazioni spicciole che consentono loro di meglio affrontare la vita quotidiana.

MELTING RIEMPIE UN VUOTO nel panorama editoriale italiano poichè giornali e riviste per l’immigrazione, sia pure pubblicati in gran numero, sono su base etnica o rivolti per lo più agli italiani. Inoltre nessuno di loro ha come obiettivo specifico l’integrazione. Tutti gli articoli saranno scritti con linguaggio semplificato e conterranno un piccolo glossario per facilitare la comprensione dei termini più difficili.

CHI SIAMO? La redazione è costituita da professionisti della comunicazione e ricercatori sociali, italiani e stranieri, con in comune il desiderio di trovare punti di incontro tra le rispettive culture, nel tentativo di costruire la società multietnica del futuro.

redazione

MELTING E’ UN PROGETTO GIA’ AVVIATO essendo stato pubblicato a cavallo tra il 2010 e il 2011, con la formula del mensile free press riscuotendo un importante successo di pubblico, grazie alle caratteristiche innovative schematicamente elencate di seguito:

informazione. Melting informa sulle tematiche di attualità come un qualsiasi altro magazine generalista, con le pagine di cronaca, politica, sport, economia, cultura, inchieste, tutte di specifico interesse per gli stranieri immigrati;

servizio. Melting ha  una sezione dove si trattano argomenti strettamente legati alle difficoltà burocratiche dell’essere immigrato, con indicazioni, suggerimenti, leggi ed indirizzi, per aiutare a districarsi nella giungla amministrativa del nostro paese;

semplicità. Melting è scritto in italiano semplificato per essere fruito anche da chi della nostra lingua conosce solo poche parole. Le parole più difficili sono spiegate nel dizionario riportato in coda ad ogni articolo. Gli articoli più importanti, sono fruibili anche in versione audio, letti da attori professionisti, pubblicati nel sito web.

integrazione. Lo scopo di Melting è quello di favorire l’integrazione, la comprensione tra le diverse culture e la convivenza;

non profit. Il magazine vuole essere uno strumento di servizio e non può che essere no profit, sebbene la pubblicità sia stata l’unica strada percorribile per la sua realizzazione. Il crowdfunding non esclude, quindi, che si cerchi il consenso di aziende interessate, offrendo spazi pubblicitari per garantire la longevità del’iniziativa.

copertina-numero-uno-melting

 LA STRUTTA DI MELTING. Analogamente alla prima edizione, si presenterà con un formato 17×24 cm, copertina semirigida in policromia e una foliazione di circa 84 pagine. La redazione sarà composta da giornalisti e collaboratori di diverse nazionalità, in rappresentanza dei gruppi etnici maggioritari. Alcune pagine saranno in lingua straniera, per facilitare la comunicazione con chi non ha ancora acquisito una sufficiente dimestichezza con l’italiano.

I CONTENUTI riguarderanno aspetti della cultura, storia e tradizioni dell’Italia; accanto ad essi articoli che illustreranno aspetti delle altre culture e tradizioni oltre ad articoli che affronteranno problematiche comuni agli stranieri, come i matrimoni misti, la ricerca del lavoro, della casa, o anche esperienze “di successo” sul piano dell’integrazione. Una parte sarà dedicata alla informazione spicciola su aspetti pratici che gli stranieri si trovano ad affrontare in Italia: come assolvere ad adempimenti burocratici, come leggere una busta paga, come accedere a determinate prestazioni sociali ecc.

sommario n.1-a

MELTING SARA’ DIFFUSO in circa 20.000 copie a Genova, Milano, Venezia, Firenze, Roma e Napoli presso luoghi di ritrovo delle varie comunità straniere e presso luoghi di maggior transito per intercettare i lettori italiani. Per individuare i luoghi adatti, come fatto per la prima edizione, saranno interpellare diverse realtà associative locali. Sarà anche sul web  con un sito sul quale leggere i numeri pubblicati in formato Pdf sfogliabile, ascoltare gli articoli principali – letti da un professionista – per facilitare l’apprendimento della lingua italiana, trovare documenti o informazioni utili.

MELTING SARA’ RIGOROSAMENTE NO PROFIT, anche se è prevista una raccolta pubblicitaria presso enti e grandi aziende pubbliche e private per cercare di garantirne la sopravvivenza oltre il primo anno di pubblicazione. Ai sottoscrittori della campagna di crowdfunding sarà inviato ciascun numero della rivista in formato Pdf sfogliabile mentre i più generosi avranno pubblicato il loro nominativo nelle pagine centrali della rivista. Esauriti i primi 11 numeri ai sottoscrittori della campagna di crowdfunding sarà chiesto di diventare abbonati della rivista.

I COSTI DI MELTING approssimativi per un anno di pubblicazione (11 numeri) sono i seguenti:

Fase prima: prima composizione, stampa, prima distribuzione – 30.000 €

Fase seconda: composizione, stampa, distribuzione – 45.000  €

Fase terza: redazione – 76.000 €

Fase quarta: costi di esercizio – 16000 €

(i costi sono calcolati al lordo delle trattenute fiscali)

COME CONTRIBUIRE E SOSTENERE LA CAMPAGNA? Cliccando su questa pagina, nella sezione Progetti della piattaforma Sociallending, alla voce SOSTIENI, attendendo le istruzioni mail del nostro Team e/o direttamente tramite il contatto con i referenti del progetto MELTING, oppure e non ultimo tramite il collegamento diretto a PAYPAL/DONATE 

composizione n.1

Perché vogliamo riportare MELTING nelle strade delle principali città italiane? Perchè ad oggi secondo l’Istat risiedono in Italia oltre 5 milioni stranieri, provenienti da almeno 152 Paesi ma – almeno così pare – sembra che la strada da fare per arrivare ad una vera integrazione sia ancora lunga. Infatti non basta solo accogliere per integrare. L’integrazione è un cammino lungo e difficile e lo diventa ancor di più se non ci si conosce; ovvero se si sa poco o niente della cultura, degli usi, delle abitudini del Paese ospite e di chi in questo paese è ospitato. La conoscenza reciproca è anche un modo per allentare la diffidenza o dissipare quelle paure e pregiudizi che si portano dietro gli stranieri che sbarcano nel nostro Paese e quelli dei nostri stessi connazionali. Un altro motivo per rifare MELTING è che sull’immigrazione e gli inevitabili problemi che questa si porta dietro si fanno tante chiacchiere, molte senza alcun fondamento, se non il pregiudizio e certi luoghi comuni. Ad esempio sono ormai quarant’anni che si parla di multiculturalismo. Ma quello che sembrava tanto semplice e molto bello all’inizio si è nel frattempo rivelato terribilmente complicato. In effetti come si poteva essere contrari al fatto che i nuovi arrivati in una nazione, potessero non solo partecipare alla vita del paese d’adozione ma arricchirlo con il contributo della propria cultura di origine? Invece – specialmente se guardiamo al resto dell’Europa – è accaduto che perfino in Paesi da lungo tempo meta di immigrati le comunità “nuove” sono spesso rimaste separate nella nazione che le ha accolte. Quelle stesse comunità hanno perfino prodotto al loro interno gruppi violenti ed intolleranti nei confronti proprio di quella società che ne apprezzava la “diversità”. Si potrebbe dire è che è sempre stato così. Che nella storia del mondo qualunque comunità “nuova” ha pagato all’inizio un prezzo di violenza, di razzismo e di disuguaglianza, per preparare la strada all’integrazione delle generazioni future. Pensiamo quello che hanno dovuto sopportare gli italiani emigrati nel secolo scorso in Svizzera, in Germania, o in America Ma qualcosa di diverso è possibile. La chiave è – appunto – il dialogo e la conoscenza reciproca. Per favorire questo dialogo abbiamo scelto di rimetterci in gioco riproponendo una esperienza che seppur breve ha già dimostrato la sua utilità nei fatti.

Ma questa volta non lo facciamo da soli. Ci affidiamo a tutti voi confidando sul fatto che anche il mare, per quanto grande e profondo, è fatto da tante gocce d’acqua. Con un piccolo contributo possiamo insieme fare una bella cosa.

ANNO II N.1 cover

DICONO DI NOI:

Rassegna stampa tG5 https://www.youtube.com/watch?v=u5KinowEcaI

Sky Tg24 https://youtu.be/6b67iuxErv0

Rai news https://www.youtube.com/watch?v=EC83BR4aNiw

Rai news https://www.youtube.com/watch?v=tAXbBSZTcoo

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz