MI ORIENTO

Cinema e New Media: le professioni nel digitale

Giovanni Cavaliere Imprenditorialità sociale gennaio 9, 2017 at 5:34 pm
€15,000.00
Risorse necessarie € 15.000
1
Sostenitori
0
Giorni mancanti
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter
  • Descrizione
  • Documenti
  • Commenti
  • Sostenitori

Descrizione del progetto

L’ OBIETTIVO primario di OSA – Istituto Europeo di Orientamento allo Spettacolo e Arti Visive, è quello di fornire il giusto ORIENTAMENTO, a chiunque voglia intraprendere una carriera artistica nel campo dello spettacolo e delle arti visive. Attraverso Seminari e “Sportelli di Orientamento” (http://www.istituto-osa.it/category/eventi/) , organizzati su tutto il territorio nazionale, con il contributo di artisti e professionisti del settore, fornisce l’adeguato orientamento – che può precedere o integrare Corsi e/o Stage di Formazione – e l’assistenza per un corretto inserimento nelle singole attività del campo artistico, valutando anche le opportunità di lavoro nei diversi settori dello spettacolo e arti visive in funzione del rapporto tra domanda – offerta, prediligendo in tal senso le professioni di “nuova generazione”. Le attività di orientamento sono infatti finalizzate a fornire servizi specifici per ogni figura professionale, in materia di inserimento, reinserimento e linea guida, consentendo di conoscere (attraverso specifiche e attente ricerche statistiche) i punti di forza e/o di debolezza nell’integrazione lavorativa nei singoli e specifici settori professionali. Mette insomma a disposizione gli strumenti indispensabili per poter effettuare scelte oculate, consapevoli ed efficaci – prima, durante e dopo la formazione – attraverso un’attenta valutazione e selezione delle scuole di formazione e dei referenti pubblici e privati operanti nei settori dello spettacolo e delle arti visive, permettendo così di evitare un’inutile dispendio di tempo e denaro, tipico inconveniente di una scarsa informazione nell’approccio formativo e lavorativo. L’Istituto OSA ha inoltre come obiettivo quello di promuovere la diffusione di una cultura europea, attraverso lo scambio interculturale con gli altri paesi, organizzando eventi, seminari, soggiorni studio, corsi, stage e workshop in Italia e all’estero, grazie anche alla collaborazione di istituzioni straniere coinvolte nei programmi europei di lifelong learning.  Per Info www.istituto-osa.it

project-osa-02

Per rendere sempre più innovativa la nostra mission, abbiamo deciso di dare vita a un progetto itinerante essenzialmente dedicato ai mestieri del cinena nell’era del digitale, che prenderà il via da Milano, per poi essere replicato in gran parte del territorio nazionale. Nel corso dell’evento, attraverso proiezioni, seminari, workshop, incontri, lezioni e laboratori creativi – che si terranno in un grande spazio nevralgico, oltre che nei maggiori centri culturali e formativi della città – sarà fatta una panoramica pratica e teorica sui mestieri del Cinema e in particolar modo sulle figure professionali “di nuova generazione” che rendono possibile la realizzazione, promozione e distribuzione di un’opera filmica. Tenendo conto della continua evoluzione tecnologica dell’industria cinematografica, ne verranno analizzate le caratteristiche produttive, tecniche e distributive nell’era del digitale: caratteristiche e potenzialità tecniche – videocamere di nuova generazione, montaggio digitale, effetti speciali, computer grafica, effetti visivi e animazione digitale in 2D e 3D, nuove tecniche di proiezione e restauro digitale di vecchi film– costi di produzione e distribuzione nel cinema tradizionale e on line, servizio streaming on demand di film e serie tv, app dedicate al cinema e tanto altro. Un attento sguardo sarà dato anche al confronto fra Teatro e Cinema nell’era del digitale, soprattutto nella realizzazione di effetti visivi e scenografie di nuova generazione. Ed in più: oggi la realtà virtuale (VR) e aumentata (AR) sono dei validi strumenti di diffusione per tutti i contenuti digitali grazie al loro linguaggio assolutamente innovativo ed immersivo.

Potenti piattaforme di comunicazione dove poter interagire in maniera intuitiva e spettacolare con le immagini e le informazioni. Crediamo quindi sia necessario informare su tutte le potenzialità di queste tecnologie attraverso workshop pratico/teorici su: VR (Virtual Reality) – Tecnologia che attraverso un apposito visore permette di immergersi in una realtà alternativa completamente immersiva creata virtualmente. AR (Augmented Reality) – La Realtà Aumentata, consente di sovrapporre contenuti digitali (scritte, oggetti, etc.) all’ambiente circostante. Mentre la VR proietta l’utilizzatore in uno scenario parallelo del tutto sconnesso dalla realtà, con l’AR figure e scritte digitali vengono contestualizzate nell’ambiente per arricchirlo di nuovi contenuti. Mixed Reality  – Saranno abbinate all’immagine “vera” informazioni, dati, aggiornamenti, oggetti virtuali e “visioni alternative”. Video 360°- Saranno proiettati video a 360 gradi con una visione non solo frontale ma in tutte le direzioni in cui si potrebbe voltare lo sguardo. Anche attraverso un visore di nuova generazione e uno smartphone con giroscopio, l’utente si sentirà totalmente coinvolto ed al centro della scena. I partecipanti comprenderanno tutto questo attraverso dispositivi elettronici come Oculus Rift, HTC Vive, Gear Vr o semplici Cardboard dove verranno messi a disposizione ambienti virtuali che coinvolgeranno il visitatore in nuove esperienze multisensoriali, con la possibilità di interagire in maniera intuitiva e spettacolare.

Attraverso un attento percorso di orientamento, verranno tracciate le linee guida da seguire – prima, durante e dopo la formazione – per la scelta di un corso o stage conformemente alle singole attitudini e alle esigenze specifiche degli addetti ai lavori, senza trascurare la valutazione delle opportunità di lavoro in Italia e all’estero – secondo una attenta valutazione del rapporto domanda e offerta – e le possibili strategie di inserimento per ogni specifica professione. Il tutto verrà curato da professionisti ed esperti del settore con l’ausilio di università, scuole e istituti di formazione, coadiuvati da uno Sportello di Orientamento dove ogni singolo partecipante all’evento potrà usufruire di una consulenza specifica.

project-osa-04

Di cosa abbiamo bisogno ora? – Laddove la crisi economica ha inevitabilmente toccato anche il settore didattico e culturale, abbiamo deciso, non disdegnando la forza dell’innovazione e dei suoi strumenti digitali, di rivolgerci alla forza della FOLLA per dare vita al primo dei tanti eventi messi in cantiere. Per realizzare tutto ciò, necessitiamo di una somma complessiva pari a 40.000,00 €.

Impiegheremo il vostro importante sostegno, soprattutto economico, ripartendolo con un giusto funding mix in tre ambiti: Spese logistiche di realizzazione dell’evento,  € 15.000,00,  contiamo di realizzarlo grazie al sostegno tramite prestito sociale e per questo siamo qui su sociallendingitalia.net; Impiego di tecnologie digitali € 15.000,00  contiamo di realizzarlo grazie ad una nuova campagna crowdfunding basata sul modello reward, anche essa partirà a breve; Coinvolgimento di docenti e personaggi illustri del mondo dello spettacolo contiamo di realizzarlo grazie a campagne di sponsorizzazione e di comunicazione.

project-osa-03

Ma chi c’è dietro OSA? Perchè il progetto ha tutte le prerogative per essere vincente? – OSA – Istituto Europeo di Orientamento allo Spettacolo e Arti Visive – è costituito da professionisti dello Spettacolo, delle Arti Visive e da esperti di tematiche connesse al mercato del lavoro. Il progetto ORIENTATIVO nasce da un’idea di Giovanni Cavaliere che nel 2010 si concretizza nella costituzione di OSA insieme ad Antonio Barrella, Luca Modugno e Gabriella Pappadà, con l’intento comune di sensibilizzare concretamente un “nuovo modo” di affrontare – con competenza e maturità – l’approccio e inserimento nel mondo del lavoro.

Un TEAM appassionato, determinato e competente.

project-osa-team-01

Giovanni Cavaliere – (Orientamento Spettacolo)

Laureato presso l’Università degli Studi di Ferrara. Conduttore, Attore, Esperto di Tecniche d’Animazione e Redattore per numerose testate giornalistiche, dal 1999 si occupa attivamente dell’ORIENTAMENTO lavorativo e professionale nel campo dello spettacolo, grazie anche alla collaborazione per la rivista Prove Aperte, mensile di spettacolo a distribuzione nazionale. Grazie al duplice ruolo di attore ed esperto di informazione di servizio per lo spettacolo, ha acquisito direttamente “sul campo”, in modo competente e razionale, tutta una serie di notizie utili a se stesso e ai lettori. Dal 2010 è presidente di OSA – Istituto Europeo di Orientamento allo Spettacolo e Arti Visive.  www.giocavaliere.it

project-osa-team-02

Antonio Barrella – (Orientamento Arti Visive)

Dopo aver vissuto e studiato a Milano, nel 1989 fonda a Roma lo Studio Orizzonte – Centro di Produzione Immagini (www.studiorizzonte.com), oggi una delle più importanti strutture nella capitale. Dal 1983 insegna tecniche di ripresa presso lo IED di Roma e dal 1997 ne è Coordinatore del Dipartimento di Fotografia. Nel 2005 riceve il Premio “Roma Fashion” per la fotografia di moda e nel 2007 il “Master Cup Color Awards”,  Premio internazionale per la categoria Fashion. E’ specializzato in fotografia di gioielli e cura gran parte della produzione fotografica per Bulgari e Gattinoni. Nel 2016 è stato premiato come Miglior Fotografo Europeo aggiudicandosi il FEP – European Professional Photographer of The Year www.antoniobarrella.com

project-osa-team-03

Luca Modugno – (Comunicazione e Design)

Ha insegnato grafica, disegno pittorico e fotoritocco presso l’Istituto Europeo di Design e l’Istituto Superiore di Comunicazione di Roma fino al 1997. Amministratore Unico della Modo Comunicazione S.r.l. (www.modocomunicazione.it). Nel 2002 è chiamato come direttore artistico per la produzione del primo cartone animato europeo in 3D, “L’apetta Giulia e la signora vita” e successivamente per il cartone animato 3D: “La storia di Leo”. Nel 2003 costituisce l’Associazione Artwo (www.artwo.it), un percorso tra arte, design, eco sostenibilità e realtà sociale. Dal 2014 si occupa di nuove tecnologie, tra Digital Fabrication (www.savethematerial.it ) e Realtà Virtuale ( www.goofo.it).

yuityity

Gabriella Pappadà – (Project Manager)

Laurea e dottorato in economia all’Università La Sapienza di Roma. Esperta di economia del lavoro, orientamento e progettazione europea, cura e coordina progetti nell’ambito dei programmi curati dalla DG Education and Culture. Dal 2002 dirige il Ceres (Centro di Ricerche Economiche e Sociali: www.ce-res.org). Ha collaborato con altri istituti di ricerca e con la Commissione Europea. Dal 2005 insegna politica economica all’Università La Tuscia di Viterbo.

COME VEDETE NULLA E’ LASCIATO AL CASO!!!  L’Istituto OSA è costituito da professionisti dello Spettacolo, delle Arti Visive e da esperti di tematiche connesse al mercato del lavoro, che mettono a disposizione la loro professionalità e competenza al servizio di una idea innovativa, accessibile e condivisibile da tutta la “Folla”. L’Istituto OSA, e di conseguenza il progetto MI-ORIENTO, nascono con l’intento di sensibilizzare concretamente un “nuovo modo” di affrontare – con competenza e maturità – l’approccio e inserimento nel mondo del lavoro anche nel mondo dello Spettacolo e delle Arti Visive.

Perchè sostenerci ? Finora abbiamo fatto fondo unicamente alle nostre risorse personali e all’aiuto di crede nei nostri sforzi, tra cui i tanti protagonisti del mondo dello Spettacolo che in questi anni hanno dato gratuitamente il loro contributo professionale e umano. Così siamo certi che comunque realizzeremo il nostro obiettivo, anche e soprattutto grazie al vostro supporto economico e morale. E’ un modo concreto per chiedervi di non lasciarci soli … 

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

1 Commento su "MI ORIENTO"

Avvertimi se ci sono
Ordina per:   Più recenti | Meno recenti | Più votati
wpDiscuz