SCREAMASK

La maschera da urlo

Alessandro Patrizi Imprenditorialità tecnologica gennaio 9, 2017 at 10:51 pm
€0
Risorse necessarie € 3.000
0
Sostenitori
0
Giorni mancanti
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter
  • Descrizione
  • Documenti
  • Commenti
  • Sostenitori

Descrizione del progetto

A chi non è mai capitato di volersi sfogare dopo una giornata infernale? Chi non vorrebbe iniziare ad urlare a squarciagola, ma non può farlo a causa delle circostanze? La ScreaMask nasce proprio per questo!

Il mio nome è Alessandro Patrizi, sono un artista di vari generi e questo progetto è stato sviluppato durante il corso della Fab Academy 2016.

L’idea nasce da quei piccoli momenti di stress quotidiani che, in alcuni casi, potrebbero non trovare uno sfogo immediato. Lo scopo di questa maschera quindi è proprio quello di sfogarsi, ma senza turbare la nostra privacy (o la quiete altrui).

ScreaMask è il nome di questo prototipo, concepito dalla fusione di una maschera ed un silenziatore.

scream-mask-project-01

La “maschera da urlo” è stata concepita per scaricare lo stress quotidiano e dare sfogo alle emozioni. Si tratta di un prototipo composto da materiali fonoassorbenti, che limitano l’impatto sonoro; all’interno della ScreaMask è stato montato un dispositivo che rileva l’intensità del suono e lo trasforma in segnali luminosi visibili all’esterno attraverso una serie di led.

scream-mask-project-02Il prototipo è stato realizzato con diverse tecniche, tra cui: stampa 3D, materiale composito, e taglio laser. L’oggetto è stato studiato per essere anche smontato e pulito, per un’eventuale manutenzione, quindi il filtro è composto da due parti congiunte ed avvitate sulla scocca della maschera. Il suo interno è strutturato in maniera cilindrica e le pareti sono inclinate per opporre maggiore resistenza alle onde sonore. Data la struttura concava del filtro, si può inserire materiale fonoassorbente (come carta o simili) per aumentarne l’efficacia.

Anche se la struttura di base è già indipendentemente funzionale, ho voluto ampliare gli optional della maschera inserendo un microfono con relativi led, in grado di mostrare all’esterno l’intensità della nostra voce! Quest’ultimo, data la mia inesperienza nel settore elettronico, è risultato un pò più ingombrante del previsto ma, essendo un prototipo, confido che le prossime versioni possano essere molto più compatte.

Perché sostenermi? – Innanzitutto perché è il progetto finale della Fab Academy 2016 che ho sostenuto presso il Fab Lab Frosinone – Officine Giardino e ho voluto realizzare un antistress fruibile da chiunque utilizzando solo strumenti tecnologici. Pochi accessori semplici per dimostrarvi come il saper fare unito all’innovazione tecnologica può dare vita ad un prototipo di uso quotidiano: un elemento che attutisce il rumore in uscita, quindi non fa sentire il suono; dei piccoli sensori interni che vanno a calcolare la potenza del tuo urlo in modo tale che danno, attraverso una restituzione luminosa tramite led, la percezione di quanto tu in quel momento possa essere stressato e quanto hai bisogno di urlare per rilassarti. Da un punto di vista tecnologico è interessante perché racchiude anche tutti i concetti di fabbricazione digitale: fresatura, stampa in 3d, laser, elettronica fruibili per la vita di ogni giorno.

Il prototipo presentato come progetto finale alla Fab Academy è stato realizzato con un budget minimo di 100 $, è fruibile in modalità opensource sul sito della Academy, ma di fianco a tutto ciò mi piacerebbe testare l’idea anche attraverso il crowdfunding per completare la fase finale di questa idea: da prototipo a prodotto. Grazie alla presenza del progetto sulla piattaforma sociallendingitalia.net, mi piacerebbe poter raccogliere l’interesse di qualche sostenitore per raggiungere un budget di partenza pari a 3.000,00 €, del resto vista la tecnologia impiegata è una base di partenza molto economica per farsì che la mia idea possa entrare un giorno sul mercato.

Come vedete ci sono tutte le prerogative affinchè Screamask vi possa tornare molto ultile !!!!

Per saperne di più su di me e sul mio progetto Fab Academy 2016 presentato anche, con molto interesse alla scorsa Maker Faire di Roma:

http://m.ilmessaggero.it/video/maker_faire_2016_la_maschera_da_urlo_per_sfogare_lo_stress-2029181.html

http://explore.makerfairerome.eu/poi/Exhibit_1456

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Scrivi il tuo primo Commento

Avvertimi se ci sono
wpDiscuz